Automazione Industriale

3 LABORATORI: Pneumatica, Oleodinamica, Meccanica, Elettronica, Sistemi di Controllo Industriale e ambiente TIA PORTAL di Siemens + Programmazione PLC Siemens 1200/1500 S7, Ricerca Guasti e Messa in Comunicazione PLC - ROBOT.

Automazione Industriale

SECONDO LABORATORIO PRATICO

PLC1 - Programmazione Base PLC Siemens

LABORATORI TENUTI DA AZIENDE LEADER NEI SETTORI DELL'INDUSTRIA 4.0

Questo laboratorio rientra nella formazione continua e diversificata.
Un unico pacchetto che permette di partecipare a due corsi di Automazione industriale a scelta tra SCI - PLC1 - PLC2
Il pacchetto permette di specializzarsi diversificando le competenze, anche in un ulteriori due laboratori tecnici inerenti anche alla robotica industriale e gratuiti,  a scelta tra PLC2 – ROB1 – ROB2

Prerequisiti

Per accedere è consigliabile aver seguito il corso di “SCI” o avere conoscenze equivalenti.

Descrizione

Il laboratoro tecnico fornisce le basi per programmare PLC SIEMENS serie SIMATIC S7 (con riferimento specifico ai PLC serie S71200 e S7-1500 e accenni alla serie S7-300 e S7-400), realizzare e comprendere programmi di  bassa e media complessità con gli ambienti di programmazione più comuni in particolare SIEMENS STEP7 Professional (TIA Portal - Totally Integrated Automation Portal). Forma le conoscenze per configurare, mettere in servizio e diagnosticare applicazioni su PLC. È' indirizzato ai diplomati nelle discipline dell’informatica, dell’elettronica, dell’elettrotecnica, della meccanica e dell’impiantistica industriale che desiderino lavorare nel settore dell’automazione industriale. Esercitazione pratica con nastro trasportatore per effettuare la comunicazione con periferiche remotate INVERTER-PLC.

Obiettivo

Le tematiche che vengono affrontate nel corso comprendono la gestione, studio e realizzazione di circuiti di controllo. La maggior parte degli argomenti affrontati viene trattato sia a livello teorico, sia a livello pratico dedicando ampio spazio al debug, alla manutenzione ed allo sviluppo di applicazioni concrete. Le lezioni teoriche vengono supportate con esempi e esercizi guidati o da svolgere in autonomia. La specializzazione permette acquisire buona parte delle conoscenze per condurre, manutenere l’hardware e analizzare il software di PLC, nelle sue configurazioni più usuali, negli ambiti dell’automazione civile ed industriale. Obiettivo del corso è permettere al discente di sviluppare programmi di bassa complessità, comprendere programmi già svolti e modificarli, correggerne eventuali malfunzionamenti e/o adattarli a nuove esigenze, integrando parti sviluppate ex novo sulla base di specifiche di dettaglio.

Durata

Il corso  ha una durata complessiva di 40 ore, articolate in 5 lezioni consecutive da 8 ore ciascuna. Orario di inizio lezione 8:00 ed orario di fine lezione 17:00.

Coordinatore

Dott. Ing. Fabio Casadei Responsabile Automazione TecnoAce S.r.l.
Docente : Ing, Massimo Marchi – TecnoAce  S.r.l.
Docente: Nicola Cropelli, esperto di impianti automatizzati PLC.

Contenuto Corso 5 GG – 40 H

  • Concetto di logica programmata
  • Struttura di un progetto PLC
  • Lo standard IEC 61131-3
  • Esempio di programma in linguaggio lista di istruzioni (STL), schema a contatti KOP/LAD, schema logico (FUP/FBD), structured Control Language (SCL), S7-GRAPH
  • La memoria della CPU della serie SIEMENS S7
  • Programmazione un sistema di controllo con PLC SIEMENS S7-1200 , S7-1500
  • Le istruzioni elementari
  • Utilizzo di simulatore per PLC (SIEMENS S7-PLCSIM)
  • Le aree di memorie di un PLC
  • Allocazione di memoria
  • Concetti di informatica: tipi di dati
  • Tipi di dati complessi
  • Le immagini di processo degli ingressi e delle date uscite
  • Le memorie “merker”
  • I moduli di ingresso/uscita digitali
  • I moduli di ingresso/uscita analogici
  • Blocchi organizzativi (accenni ai blocchi organizzativi principali)
  • Il blocco organizzativo OB1 in SIEMENS STEP7 (TIA Portal)
  • Logiche di start-stop di attuatori
  • Logiche di allarme
  • Sviluppo autonomo di semplici logiche di controllo
  • Logiche di controllo sviluppate in autonomia
  • Comunicazione con periferiche remotate INVERTER-PLC
  • I moduli di comunicazione
  • Cenni ai sistemi distribuiti

Prova finale

Certificazioni

Al termine del corso, con il positivo superamento dell’esame finale, verrà rilasciata la prima competenza certificata europea “effettuare la messa in servizio di sistemi di automazione industriale“, che rientra nel profilo professionale 6.20 di “Installatore e manutentore di sistemi di automazione industriale” (EQF:4) che certifica le competenze acquisite, rilasciato da C.E.A.R. S.r.l. ente accreditato a Regione Lombardia.

Certificazione di competenza, che certifica le competenze acquisite, rilasciate da Regione Lombardia secondo il sistema European Qualifications Framework ,del quadro regionale degli standard professionali (QRSP).

EQF è un sistema che permette di confrontare le qualifiche. La formazione continua ci permette di aggiornare e modificare i singoli programmi che possono portare a delle variazioni anche sul rilascio degli attestati di profitto e certificazioni di competenza dei cittadini dei paesi europei. Per "qualifica" si intende una certificazione formale e legale, rilasciata da un'autorità competente a conclusione di un percorso di formazione, come attestazione di aver acquisito delle competenze compatibili agli standard stabiliti dal sistema educativo.

La formazione continua permette a C.E.A.R.  di aggiornare e modificare i singoli programmi che possono portare a delle variazioni anche sul rilascio degli attestati di profitto e certificazioni di competenza.

 



Per essere sempre aggiornato sulle iniziative di C.E.A.R. , registrati alla nostra Newsletter.